Pierpaolo Pasolini, considerazioni sulla Tuscia

Sul blog “In viaggio nella Tuscia” ho trovato un articolo che parlava del “Vangelo secondo Matteo”, film del 1964, girato da Pierpaolo Pasolini nella Tuscia e in parte anche a Tuscania.

Nel testo viene riportato il brano di una intervista che il regista rilasciò nel 1974, sotto la Torre di Chia, al giornalista Gideon Bachmann:

«Questa regione, che per miracolo si è finora salvata dalla industrializzazione, questo Alto Lazio con questa Viterbo e i villaggi intorno, dovrebbero essere rispettati proprio nel loro rapporto con la natura. Le cose essenziali, nuove, da costruire, non dovrebbero essere messe addosso al vecchio. Basterebbe un minimo di programmazione. Viterbo è ancora in tempo per fare certe cose».

Da meditarci sopra.

Annunci

Messo il tag:

2 thoughts on “Pierpaolo Pasolini, considerazioni sulla Tuscia

  1. stefano brachetti 20 novembre 2012 alle 9:30 Reply

    c’era anche una bozza di racconto o non so che, pubblicato poi da garzanti in Ali dagli Occhi Azzurri, ambientato a Tuscania, con un bellissimo incipit sulla natura selvaggia e maremmana della nostra terra. Ne feci una breve nota su omnia …

    Mi piace

    • Enzo Valentini 21 novembre 2012 alle 9:30 Reply

      Puoi tentare di ritrovarlo? Potremmo pubblicarlo anche sul blog.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: