Archivi categoria: centro studi L’Unicorno

“Agosto in Libreria”, ciclo di presentazioni presso la Libreria L’Unicorno di Tuscania

Giornate FAI di primavera: il convento di Sant’Agostino a Tuscania

Domenica 20 marzo 2016: un breve reportage della visita al convento di Sant’Agostino di Tuscania, aperto eccezionalmente in occasione delle Giornate del Fai di Primavera. Guida d’eccezione, tra gli altri, l’architetto Stefano Brachetti.

Giornate del FAI di Primavera – Sant’Agostino: la Cappella Ludovisi

In occasione delle Giornate FAI di Primavera a Tuscania sabato 19 e domenica 20 marzo: apertura della Chiesa di Sant’Agostino e del chiostro annesso.
La maestosa cappella fu commissionata da un esponente della nobiltà cittadina, il prelato Paolo Ludovisi, il quale si qualifica nell’iscrizione che scorre sull’architrave dell’arco di ingresso come Ludovisis de Toscanella, Paolo Ludovisi volle dedicare a san Giobbe, ma secondo una diversa lettura dell’iscrizione, a san Giovanni Battista, la sua nuova cappella, lasciandone testimonianza nell’epigrafe incisa in elegante latino a lettere capitali.
La mano felice dell’artista che dipinse la Crocefissione ci colpisce per l’elegante resa dei volti e dei costumi dei personaggi in preghiera sotto la croce.
Venite a scoprirla.
Anna Rita Properzi
 
Per la visita guidata ecco la locandina:

Nelle foto sotto i particolari della Cappella Ludovisi:
Una vecchia foto della crocifissione di Ludovisi

Tuscania. La riapertura del museo per trasformare la città in un “marchio della Tuscia”

Turismo & Cultura a Tuscania

20/05/2015
(NewTuscia) – TUSCANIA – È stata ufficializzata questa mattina con una conferenza stampa e una visita guidata per i giornalisti la riapertura delle sale superiori del Museo Archeologico di Tuscania che lo scorso 1° maggio ha riaperto i battenti.
Il museo archeologico di Tuscania, per la cui riapertura era stata proposta addirittura una petizione popolare nel 2011, è allestito nella suggestiva cornice del convento francescano di Santa Maria del Riposo e con la riapertura del piano superiore torna ad essere finalmente fruibile nella sua completezza dalla comunità locale e dai numerosi turisti che visitano questo importante centro della Tuscia.
La Sovraintendenza Archeologia del Lazio e dell’Etruria meridionale, considerando l’apertura del piano superiore del Museo archeologico di Tuscania uno dei suoi obiettivi strategici, è riuscita a reperire le risorse necessarie e a realizzare un intervento fortemente sentito dalla comunità locale.

museotuscania_201505201075018_av8tkbc4bnuxs25tiw6sl8m6v

Come ha spiegato il sindaco Fabio Bartolacci, presente all’incontro, «l’amministrazione spera…

View original post 255 altre parole

Apertura delle sale del Museo Nazionale Archeologico di Tuscania

10463948_428935147288270_4327613122225457592_n

Il Primo Maggio, alle ore 10.30 al Museo Nazionale Archeologico di Tuscania, la Soprintendenza Archeologia del Lazio e dell’Etruria Meridionale, riapre al pubblico le sale che ospitano i reperti provenienti da alcune fra le più importanti necropoli rupestri dell’Etruria interna. A testimonianze del prestigio raggiunto dagli abitanti della città nel periodo arcaico troviamo le lastre che decoravano edifici provenienti dalla necropoli di Ara del tufo e i preziosi corredi rinvenuti nelle camere funerarie dei tumuli di Guado Cinto.
Un unicum, nel vasto panorama delle necropoli rupestri, è rappresentato dalla tomba a Casa con Portico della necropoli di Pian di Mola, che offre un modello di edilizia privata/sacrale del VI sec. a.C. . L’esposizione museale si conclude con gli opulenti corredi funerari dell’aristocrazia dell’età ellenistica, a testimonianza della prosperità economica del territorio.
Il Museo Nazionale Archeologico di Tuscania è aperto al pubblico tutti i giorni, escluso il lunedì, dalle ore 8,30 alle ore 19,30. L’ingresso è gratuito.

6° Convegno sulla storia di Tuscania

Manifesto

Presentazione del libro “Un padre del 1905”, diario di Francesco Sartori (Toscanella 1875)

1450830_10201934814270274_1560965421_n

Sabato 17 gennaio, alle ore 17,00, presso la Libreria L’Unicorno verrà presentato il libro “Un padre del 1905”, diario familiare di Francesco Sartori, nato a Tuscania (allora Toscanella) nel 1875.

Sarà presente Ezio Sartori, nipote dell’autore e curatore della pubblicazione, che oltre a presentare il libro proietterà anche immagini di famiglia e di una Tuscania di inizio XX secolo.

pubblicità A-Z 2

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: